Naturopatia – Riflessologia – Discipline Bio Naturali

Regina…Margherita…

da | Nov 6, 2020 | alimentazione | 0 commenti

primo piano pizza

Regina…Margherita…

La ricetta che vi propongo oggi è un must della cucina italiana, sto parlando della pizza.

Più precisamente della Regina…Margherita…, che è la mia versione preferita.

Devo fare una precisazione d’obbligo, in casa l’esperto di panificazione è mio marito Mauro, ma visto che la rubrica settimanale è la mia ho preso in prestito questa sua ricetta.

La Regina…Margherita… è una pizza a lunga levitazione e il risultato finale sarà un impasto molto alto. 

Lo specifico perché molti preferiscono la pizza bassa, anch’io facevo parte di questa categoria, ma dopo aver assaggiato questa ho rivalutato di molto l’impasto alto.

Non voglio che mi crediate sulla parola, provate…

Ingredienti per la Regina…Margherita…:

  • 400 gr di farina
  • 10 gr di lievito di birra
  • 9 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero o miele
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • 300 ml di acqua

Ingredienti per la farcitura della Regina…Margherita…:

  • passata di pomodoro
  • mozzarella per pizza (rilascia meno acqua)
  • origano secco (facoltativo)

Prima di iniziare a spiegarvi il procedimento vi preciso che per quanto riguarda la farina io ho usato:

  • 200 gr di farina integrale 
  • 200 gr di farina tipo 1

Come prima cosa versiamo 300 ml di acqua tiepida in un contenitore dove andremo ad aggiungere il lievito di birra ed il cucchiaino di zucchero o miele e mescoliamo il tutto.

Lasciamo poi riposare per almeno 5 minuti, questo passaggio è molto importante per far si che il lievito si attivi.

Poi prendiamo una ciotola di grandi dimensioni e versiamo tutta la farina (sia integrale che tipo 1), i 2 cucchiai di olio e l’acqua in cui abbiamo sciolto il lievito in precedenza.

Ora con l’aiuto di una spatola iniziamo a mescolare l’impasto, dopodiché aggiungiamo anche i 9 grammi di sale (importante che il sale non entri in contatto con il lievito).

Quindi otterremo un impasto molto morbido (non spaventatevi), appiccicoso e grumoso.

Poi lo faremo riposare per almeno una decina di minuti.

Nel frattempo infariniamo il nostro piano di lavoro e trascorsi i dieci minuti rovesciamo l’impasto e cerchiamo con le mani di appiattirlo, dandogli una forma rettangolare.

Ripieghiamo poi i quattro lati verso l’interno, questo passaggio in gergo è chiamato cordonatura.

Infine prendiamo il nostro impasto, lo depositiamo in una ciotola che avremo oliato precedentemente e lo copriamo con della pellicola alimentare.

In ultimo non ci resta che metterlo nel frigorifero per 20/24 ore.

Importantissimo due ore prima di stendere la pasta togliamola dal frigorifero e lasciamola riposare a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo del riposo rovesciamo nuovamente l’impasto sul piano di lavoro, lo dividiamo in due, facciamo due palle e le spianiamo prima di porle nelle teglie per pizza, dove le lasciamo riposare ancora una mezzora.

L’impasto risulterà molto morbido, è normale, in quanto è molto idratato

Mentre iniziamo a farcire la nostra pizza con la passata di pomodoro, la mozzarella e l’origano accendiamo il forno in modalità statico a 250°e lasciamo cuocere per circa 10/15 minuti.

Buon appetito.


proprietà del pomodoro

Potrebbe interessarti anche…

Dado vegetale

Dado vegetale

Dado vegetale Questa settimana vi propongo la ricetta del dado vegetale, una versione facile e alla portata di tutti. Poiché non trovo corretto appropriarmi di ricette non mie, in questa occasione...

leggi tutto
Moussakà…vegana…

Moussakà…vegana…

Moussakà…vegana… Nell’ultima ricetta che ho postato, ho condiviso con voi il ragù di lenticchie (per la ricetta del ragù di lenticchie clicca qui) e se ben ricordate vi ho detto che ci si poteva...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Roberta Albertini

Riflessologa plantare, operatrice D.B.N.