Naturopatia – Riflessologia – Discipline Bio Naturali

Pasta… “svuota frigo”

da | Ago 27, 2020 | alimentazione | 0 commenti

piatto pasta

Pasta… “svuota frigo”

Dopo aver trascorso una giornata abbastanza frenetica, causa impegni di lavoro, arriva a casa mio marito bello bello e mi dice: «questa sera gioca l’Inter».

Fin qui nulla di strano, penserete voi.

Ma dietro questa affermazione si nascondeva un invito a cena ad una coppia di nostri amici, Marco e Carlotta.

Ovviamente anche Marco è interista.

Il “problema” non era certamente l’invito a cena, ma il fatto che non ero andata a fare la spesa.

Quindi il mio primo pensiero è stato mi salvo con un bel piatto di pasta, quella è sempre gradita a tutti.

Dovevo però decidere come condirla.

La risposta me l’ha data il mio frigorifero, nel cassetto delle verdure spuntavano delle zucchine, delle carote e anche un paio di cipolle. Quest’ultime non mancano mai in casa mia.

Da qui è nata la mia PASTA…”SVUOTA FRIGO”.

Il nome mi è venuto, perché dopo averla preparata il mio frigorifero era letteralmente vuoto.

Ingredienti per la PASTA…”SVUOTA FRIGO”:

  • 320 gr di pasta (io ho usato i rigatoni dell’Alce Nero)
  • 2 zucchine di media grandezza
  • 3 carote non troppo grosse
  • 20 pomodorini (colti nel nostro orto)
  • 1/2 cipolla
  • 10 olive verdi denocciolate
  • 10 capperi sotto sale 
  • sale q.b.
  • olio e.v.o.

Come sempre iniziamo mettendo sul fuoco a bollire una pentola con abbondante acqua salata, per la cottura della nostra pasta.

Poi iniziamo a lavare le verdure e a tagliarle in piccoli pezzetti.

La cipolla io l’ho tagliata sottile sottile, perché a me piace così.

In una casseruola mettiamo dell’olio e.v.o. e buttiamo le nostre zucchine, le nostre carote, la nostra cipolla ed i nostri pomodorini,

Facciamo rosolare il tutto per qualche minuto, poi aggiungiamo le olive tagliate a metà ed i capperi sotto sale.

In questo caso non ho sciacquato sotto l’acqua i capperi, perché non ho aggiunto altro sale al mio sugo.

Se voi optate per i capperi non salati aggiungete del sale per insaporirlo.

Lasciamo cuocere le nostre verdure, ricordandoci di tenerle bagnate con un pochino di acqua di cottura, in modo che non si brucino.

Quando la nostra acqua bolle, buttiamo la pasta e aspettiamo che cuocia.

Nel mio caso 12 minuti.

Allo scadere del dodicesimo minuto, mi piacciono al dente, scoliamo i rigatoni e li facciamo saltare insieme al sugo, mescolando per bene il tutto in modo da insaporire in maniera uniforme la pasta.

Noi la nostra PASTA…”SVUOTA FRIGO” c’è la siamo gustata accompagnata da una birra ghiacciata.

Fortunatamente la pasta è stata un successo, perché purtroppo la finale di Coppa per l’Inter è stata un insuccesso. Andrà meglio l’anno prossimo…gli uomini non erano  così positivi.

Non mi resta che augurarvi BUON APPETITO.


proprietà olive

Approfondimento: abbiamo parlato di:

Potrebbe interessarti anche…

Dado vegetale

Dado vegetale

Dado vegetale Questa settimana vi propongo la ricetta del dado vegetale, una versione facile e alla portata di tutti. Poiché non trovo corretto appropriarmi di ricette non mie, in questa occasione...

leggi tutto
Moussakà…vegana…

Moussakà…vegana…

Moussakà…vegana… Nell’ultima ricetta che ho postato, ho condiviso con voi il ragù di lenticchie (per la ricetta del ragù di lenticchie clicca qui) e se ben ricordate vi ho detto che ci si poteva...

leggi tutto
Ragù… di lenticchie…

Ragù… di lenticchie…

Ragù... di lenticchie… La ricetta di oggi è quella, come vedete dal titolo, del ragù. Ma invece di farlo di carne ho optato per una versione vegetariana e mi sono orientata sulle lenticchie. Perciò...

leggi tutto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Roberta Albertini

Riflessologa plantare, operatrice D.B.N.