infinito bianco

Mauro Zanardelli

naturopata

consulnte olistico

polaroid mauro

salute naturale

accademia del benessere salute e nutrizione
logo mauro zanardelli

Mauro zanardelli

L’accademia del Benessere, Salute e Nutrizione in collaborazione con il Naturopata Mauro Zanardelli

Presentano il:

Corso di operatore delle Discipline Bio Naturali con specializzazione in Riflessologia Plantare e master in Medicina Classica Cinese.

riflessologia

di 500 ore suddivise in 3 anni

Come da indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio Naturali della regione Lombardia

Piano dell’offerta formativa

  • 310 ore totali di formazione frontale
  • 120 ore di tirocinio in sede
  • 20 ore di tirocinio autogestito
  • 50 ore realizzazione tesi finale
  • Per un totale di 500 ore di formazione come richiesto dal Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio Naturali della Regione Lombardia.
  • Ogni anno è suddiviso in 103 ore di formazione frontale + 40 ore di tirocinio.
  • Attestato di frequenza alla fine di ogni sessione annuale
  • Al termine del percorso formativo dei 3 anni verrà rilasciato il diploma di Operatore delle discipline Bio Naturali con specializzazione in riflessologia plantare riconosciuto dal CTS (Comitato Tecnico Scientifico) della Lombardia.
  • Il diploma permette di iscriversi alle liste del CTS e di aprire la partita Iva per lavorare come Operatore delle Discipline Bio Naturali e Riflessologo professionista.

Programma dei tre anni di formazione:

1° anno corso base di riflessologia plantare:

  • studio dei punti riflessi sul piede.
  • Anatomia e fisiologia correlata ai punti riflessi.
  • Studio della struttura energetica dei punti riflessi.
  • Pratica del massaggio riflessologico olistico.
  • Gli oligoelementi e le diatesi.
  • Alla fine del primo anno lo studente sarà in grado di riconoscere tutti i punti riflessi del piede. Avrà un’infarinatura di Medicina Classica Cinese e sarà in grado di praticare il massaggio riflessologico. Conoscerà la teoria delle diatesi e l’uso degli oligoelementi.
  • Alla conclusione del primo anno lo studente riceverà l’attestato di partecipazione del corso base di riflessologia plantare

2° anno corso avanzato di riflessolgia plantare e operatore DBN:

  • studio della Morforiflessologia del piede. (teoria e pratica)
  • Psicosomatica e punti riflessi.
  • Anamnesi del piede (pieno ed il vuoto).
  • La tecnica Metamorfica.
  • Alla fine del secondo anno di studio lo studente sarà in grado di fare un anamnesi completa del piede e di correlare i segni morfologici del piede alla psicosomatica della persona.
  • Alla fine del secondo anno lo studente riceverà l’attestato di partecipazione del corso avanzato di riflessologia plantare

3° anno Master in Medicina Classica CInese:

  • Medicina Classica Cinese
  • Diagnosi in Medicina Classica Cinese
  • I punti Shu antichi.
  • La moxa (teoria e pratica).
  • La coppettazione (teoria e pratica).
  • Personalizzazione dell’applicazione di moxa e coppettazione.
  • Dopo il terzo anno di studio lo studente sarà in grado di intervenire sugli squilibri fisici o energetici per aiutare il riequilibrio della forza vitale della persona.
  • Alla fine del terzo anno lo studente riceverà l’attestato master di riflessologia e Medicina Classica Cinese.

Al termine del percorso di studio di 500 ore in tre anni lo studente discuterà la sua tesi. 

La discussione della tesi permetterà di ricevere il diploma di Operatore delle discipline Bio Naturali con specializzazione in riflessologia plantare.

A chi è rivolto il corso?

Possono partecipare al corso tutte le persone che sognano di imparare una nuova attività lavorativa che li porterà ad entrare in relazione d’aiuto con il prossimo.

Che vogliono imparare un’antica tecnica tramandata nel tempo per riequilibrare la forza vitale in modo dolce e delicato.

Che già lavorano nel mondo delle discipline Bio Naturali o dell’estetica e vogliono integrare la riflessologia plantare e la Medicina Classica Cinese nel loro bagaglio professionale.

Non è richiesto nessun titolo di studio, ma solo la voglia di mettersi in gioco e di studiare.

Quanto costa partecipare al corso?

Il corso completo di dispense stampate, mappe dei punti riflessi del piede plastificate, attestati di partecipazione e diploma stampato su pergamena é di:

1000,00 €

per ogni anno di corso

Data inizio corso 10 ottobre 2021.

La prima domenica del corso sarà aperta a tutti e gratuita.

Sarà un modo per conoscersi e capire se la riflessologia plantare potrà essere la tua nuova passione

Sede del corso

Accademia della Salute, Benessere e Nutrizione

accademia del benessere salute e nutrizione

Piazza della Preistoria, 13 25011 Ponte San Marco Brescia

Hai bisogno di altre informazioni?

Invia una mail

13 + 1 =

oppure chiama il numero 

339.10.72.847

FAQ

La riflessologia plantare è un’attività riconosciuta in Italia?

La legge non prevede requisiti per l’esercizio delle Discipline Bio Naturali. Di conseguenza chiunque può legittimamente (ma non eticamente) operare purché adempia gli obblighi fiscali e contabili e non sconfini nelle professioni disciplinate da un ordine professionale.

Se non è disciplinata e non è riconosciuta perché dovrei frequentare un corso?

Per lavorare con le persone è necessario un approccio deontologicamente corretto e di una forte professionalità. Da qui la necessità (non richiesta dalla legge, ma dalla correttezza personale) di prepararsi in modo serio ed adeguato. L’Accademia del benessere, salute e nutrizione ha perciò deciso di aderire al CTS – DBN della regione Lombardia. Il Comitato Tecnico Scientifico delle Discipline Bio Naturali è nato sotto l’egida della regione Lombardia con lo scopo di dare delle normative comuni per le Discipline Bio Naturali ed il loro studio stabilendo un numero di ore di studio ed un piano formativo che possa garantire serietà e professionalità.

Dopo aver fatto questo corso di tre anni posso lavorare come Riflessologo Plantare?

Si. Alla fine dei tre anni di studio sarà possibile in primo luogo iscriversi alle liste del CTS della Lombardia come “Riflessologo”  e dopo aver formalizzato la posizione fiscale lavorare sia in propio sia per conto terzi.

Sento citare spesso la legge n.4/2013, come una grande innovazione del quadro giuridico in materia di attività professionali?

La legge n.4/2013 non ha modificato la legislazione in materia di attività professionali riservate. In altre parole, ciò che era regolamentato da altre leggi resta regolamentato, mentre ciò che era libero resta libero. Ciò è reso evidente, da un lato, dal comma 2 dell’art.1, che esclude varie attività riservate, sia dal successivo comma 5, che afferma che l’esercizio della professione, come identificato dal comma precedente, è libero. Perciò da questo punto di vista la legge si limita a chiarire quanto era già disciplinato. In altre parole chi opera o vuole operare nell’ambito delle discipline bionaturali può farlo liberamente e legittimamente senza alcun obbligo con riferimento alla formazione professionale, alla relativa certificazione o all’iscrizione ad associazioni.

I professionisti non iscritti ad alcuna associazione o iscritti ad associazioni non inserite nell’elenco del MISE (ministero dello sviluppo economico) possono continuare la loro attività?

SI’, si può svolgere un’attività in proprio o presso altre strutture anche senza essere iscritti ad associazioni professionali, l’unico obbligo introdotto dalla legge, all’art.1, comma 3, è quello di fare riferimento, nei rapporti scritti con il cliente, agli estremi della legge stessa. L’inadempimento rientra tra le pratiche commerciali scorrette tra professionisti e consumatori. La disposizione è volta a rendere il più chiaro possibile il rapporto con il consumatore, evitando ogni incertezza sul contenuto delle attività e sulle caratteristiche del servizio reso dal professionista.

Che cose significa?

Il testo non stabilisce una formula specifica da utilizzare né dice se riferendosi alla legge si debba specificare il tipo di attività svolta (esempio: operatore craniosacrale, riflessologo, ayurvedico, Operatore Shiatsu – Etc.”). In assenza di un chiarimento ufficiale, sull’esatta dicitura da riportare sui documenti, ci si può limitare ad indicare solo gli estremi della legge ad esempio:

“Libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4”

oppure

“Professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4”

o nella forma più sintetica (anche per ragioni di spazio)

“Libera professione Legge 4/2013”

oppure semplicemente

“Professione Legge 4/2013”

A prescindere dalla formula prescelta, ciò che è inequivocabilmente previsto dalla legge

come obbligatorio è il riferimento alla legge stessa in qualsiasi rapporto scritto con il cliente.