fitoterapia

lago di montagnaNella visione olistica del Naturopata l’alimentazione e l’uso terapeutico delle piante sono di primaria importanza. L’alimentazione è alla base della vita e degli equilibri psiconeuroendocrini che permettono la vita. L’integrazione di principi nutrizionali mancanti nella dieta moderna attraverso l’uso delle piante è uno dei mezzi più importanti a disposizione della naturopatia.

L’utilizzo delle piante, la “fitoterapia”, può essere utilizzata principalmente in due modi.

Il primo in maniera “sintomatica”, cioè utilizzando i principi attivi come si utilizzano i principi attivi chimici. In questo modo la fitoterapia tende a sopprimere il sintomo senza curare la causa dello squilibrio che ha portato al malessere, come fa la medicina allopatica; questo è forse il metodo d’utilizzo delle piante più comune, immediato e semplice.

Il secondo approccio, l’approccio naturigienistico, è un modo d’avvicinarsi all’uso del principio attivo che la natura ci regala più sistemico, più globale, più olistico. Il mal-essere non è più visto come un sintomo, un nemico da fermare contrastandolo e sconfiggendolo, ma come un segnale che il nostro corpo ci manda per comunicarci che qualcosa non funziona al meglio. La fitoterapia, intesa come integrazione ad un’alimentazione sana, sarà così utilizzata per ricreare un equilibrio perso, in primo luogo facendo una depurazione degli organi emuntori, gli organi che ci permettono di espellere le tossine immagazzinate nel nostro corpo, in secondo luogo utilizzando il sistema endocrino, nervoso ed immunitario per permettere al nostro organismo di rivitalizzarsi e poi per stabilizzare la ritrovata omeostasi delle funzioni corporali.

Utilizzare la fitoterapia come si utilizza un semplice farmaco è abbastanza limitativo, ma non per forza scorretto, se l’obbiettivo di un naturopata è quello di aiutare la persona a star meglio a volte fermare il sintomo è necessario, ma se non andremo a sistemare le cause lavorando più in profondità difficilmente riusciremo a risolvere il problema. Il Natuigienismo propone un ritorno ad una vita più genuina, più rispettosa del proprio corpo e dei delicati equilibri che lo governano. Nutrirsi in modo corretto, utilizzare quello che la natura ci regala, acqua, sole, terra e quando è necessario l’integrazione dei principi attivi delle piante, permette di detossinare il corpo oramai inquinato dagli scarti metabolici del cibo che ingeriamo o creati dallo stress della vita non più connessa ai ritmi naturali. In questo modo l’utilizzo della fitoterapia non sarà più solo sintomatico, ma entrerà a far parte di un processo di purificazione globale che partendo dal corpo riuscirà a coinvolgere anche gli strati più sottili del nostro essere.

Di seguito alcuni testi per approfondire l’argomento e la conoscenza delle piante officinali:

Dizionario di Fitoterapia e Piante Medicinali Dizionario di Fitoterapia e Piante Medicinali

Enrica CampaniniCompralo su il Giardino dei Libri
L'Uomo, la Fitoterapia, la Gemmoterapia L’Uomo, la Fitoterapia, la Gemmoterapia
211 sindromi cliniche trattate con fitocomplessi e gemmoderivati – Terza Edizione
Bruno BrigoCompralo su il Giardino dei Libri
Gemmoterapia Gemmoterapia
Terapia con gli estratti vegetali embrionali
Pol HenryCompralo su il Giardino dei Libri

One thought on “fitoterapia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *