La Naturopatia si basa sul principio che il corpo umano ha una innata capacità di auto guarigione e di ricerca di equilibrio funzionale (omeostasi).

Il compito del Naturopata è quello di migliorare la capacità del corpo di scongiurare e combattere le malattie utilizzando antiche tecniche naturali fuse con il meglio delle ricerche scientifiche moderne. L’obiettivo principale della Naturopatia è quello di risollevare la forza vitale dell’organismo senza concentrarsi sulle singole patologie.

La Naturopatia individua trattamenti calibrati sulla persona e non sulla patologia. I problemi della persona, la storia medica, le abitudini, lo stile di vita e lo stato emotivo, tutto il vissuto personale, viene preso in considerazione per sviluppare un percorso di riequilibrio personalizzato verso la salute.

In cosa posso esserti d’aiuto?

  • Mantenimento della salute
  • fatigue
  • Squilibri metabolici
  • Problemi di fertilità
  • Dolori muscolo – scheletrici
  • Depressione
  • Disturbi dell’umore
  • Disturbi endocrini
  • Squilibri ormonali
  • Problemi digestivi
  • Ipertensione – ipotensione

La Naturopatia non è alternativa alla Medicina Tradizionale, ma è complementare. Nel mondo il 60% delle patologie è curata con metodi naturali.

6 PRINCIPI SU CUI SI BASA LA NATUROPATIA.

Valutare il terreno e lo stile di vita, ogni intervento è atto a prevenire la malattia

Educare i pazienti ed incoraggiarli ad assumersi la responsabilità della propria salute

Cercare di identificare e rimuovere gli ostacoli ai processi naturali di riequilibrio del corpo

Trattare tutta la persona, considerando tutti i fattori coinvolti per proporre dei trattamenti su misura

Concentrarsi sulle cause della malattia, piuttosto che i suoi sintomi

Ridurre al minimo gli effetti collaterali dannosi ed evitare la soppressione dei sintomi

SFATIAMO ALCUNI LUOGHI COMUNI…

Il trattamento naturopatico porterà a ottenere risultati rapidi analoghi alla medicina tradizionale…

Falso! Il trattamento Naturopatico non si limita a trattare i sintomi di una malattia, ma affronta la causa principale dello squilibrio organico che ha generato la malattia. Si dice che il trattamento può richiedere fino ad un mese per ogni anno di malattia pregressa. La pazienza e la perseveranza sono d’obbligo per chi vuole affrontare il proprio malessere attraverso metodi naturali.

Le terapie naturali non sono sostenute da prove scientifiche…

Falso! Al contrario le ultime ricerche scientifiche stanno, sempre di più, indagando i metodi tradizionali e naturali. Nel sito pubmed.com si possono trovare centinaia di ricerche sui principi attivi delle piante. Alcuni studi di fisica quantistica stanno confermando dei principi che i nostri antenati avevano intuito e che erano la base della loro conoscenza.

Il Naturopata non ha la stessa preparazione di un medico convenzionale

Vero! Il Naturopata fa un percorso di studio completamente diverso, da si importanza allo studio dell’anatomia e della fisiologia, ma anche alla fitoterapia, alla Medicina Tradizionale Cinese, utilizza tecniche di lavoro sul corpo, quali la riflessologia plantare, la tecnica Metamorfica, il Massaggio dell’Anima (M.d.A.) o la Tecnica Kintsugi e tiene presente non solo il fisico, ma anche il lato psicosomatico della malattia.

Si deve scegliere? Se scelgo la Naturopatia non posso più andare da un medico convenzionale…

Falso! La Naturopatia non è alternativa alla medicina, ma è complementare. Sempre più medici collaborano con i Naturopati. L’approccio naturale è in primo luogo preventivo e di riequilibrio e non può e non deve assolutamente andare in contrasto con la medicina allopatica.

Come faccio ad essere sicuro di essere in buone mani.

Purtroppo, la Naturopatia in Italia non è soggetta a leggi precise come in altri paesi d’Europa. È cosi facile incappare in persone improvvisate ed in truffatori che screditano tutta la categoria. In alcune regioni stanno nascendo degli organi di controllo che cercano di garantire la qualità del percorso di studio. In Lombardia questo organi di controllo è il Comitato Tecnico Scientifico della regione Lombardia (C.T.S.), sito da dove è possibile vedere il registro dei Naturopati.

Se è naturale, sicuramente non fa male…

Falso! L’approccio Naturopatico non è mai invasivo. L’obiettivo di un buon Naturopata è quello di riequilibrare e non quello di bloccare un sintomo. Attenzione però ad alcuni prodotti che sono utilizzati normalmente da un Naturopata. La fitoterapia ad esempio, se non consigliata da un serio professionista, può essere dannosa.

Il nostro essere è costituito da tre complessi sistemi che si compenetrano e si sostengono. 

  • Il sistema fisico. Tutta la struttura del nostro corpo, le ossa, gli organi, gli scambi chimici-nervosi, il lato materiale di quello che siamo. È su questo sistema che interviene principalmente la Medicina occidentale, ma anche i massaggi, la fitoterapia e l’educazione alimentare.
  • Il sistema energetico. La parte fisica è fatta di atomi combinati tra di loro, come tutto quello che ci circonda, ma se siamo fatti dagli stessi atomi che differenza c’è tra un tavolo, un animale ed un uomo? L’energia che circola in una persona è di una diversa qualità rispetto a quella che circola in un’animale o in un tavolo. La Medicina Tradizionale Cinese si occupa principalmente di questa energia. In occidente la fisica quantistica sta indagando questi aspetti.
  • Il sistema Mentale. Un altro complesso sistema, mente, coscienza, inconscio, Io superiore, Anima. È la parte più sottile e forse meno conosciuta del nostro essere. Filosofia, psicologia e religione si occupano a vari livelli di questo sistema. La Naturopatia utilizza un approccio psicosomatico, senza fare analisi come la psicologia, per cercare di scardinare gli schemi mentali che governano la nostra vita e le nostre scelte.

L’occidente ha avuto bisogno di creare tante specialità per occuparsi di questi sistemi. Medicina, fisica, filosofia, psicologia, religione. In oriente non è avvenuta questa “separazione”. La Naturopatia si rifà principalmente alle tradizioni orientali integrandole con l’esperienza e la conoscenza della scienza (soprattutto della fisica) occidentale. La Naturopatia non entra in conflitto con la Medicina, la psicologia ecc. perché non ha l’obiettivo di curare o di analizzare, ma esclusivamente quello di riportare in equilibrio questi tre sistemi per permettere alla forza vitale di esprimersi al meglio delle sue possibilità.

I sistemi fisico, energetico e mentale, quando sono in equilibrio tra di loro, permettono una vita piena ed in salute. Quando uno di questi sistemi perde l’equilibrio incide sul funzionamento degli altri. 

Un fisico ammalato non permetterà all’energia di scorrere, in quel caso il sistema mentale non potrà evolvere. 

Quando l’energia non scorre il fisico ne risente e ci fa ammalare, anche questo stato non permette alla mente di lavorare al meglio. 

Quando il sistema mentale non è centrato non permette al fisico ed all’energia che lo percorre di lavorare al meglio e ci si ammala fisicamente. 

Intervenire su uno o più di questi sistemi permette di aiutare di conseguenza anche gli altri sistemi. L’equilibrio porta alla salute e vivere in uno stato di salute permette al nostro potenziale creativo di realizzarsi. 

La Naturopatia si occupa di riportare l’equilibrio nella vita delle persone.